Ad oggi la maggior parte delle terre selvagge dell’ovest nonché più della metà del continente è sotto il dominio delle forze del Caos, i popoli sottomessi al Dio Mognard. Fino alla metà della Seconda Era queste terre erano abitate da popoli diversi, dalla cultura propria e usanze caratteristiche. Ad oggi non è rimasto quasi più niente di loro e di molti popoli si sono perse le tracce. Il Dio ha portato distruzione sull’occidente spazzando via attraverso il suo possente esercito ogni cosa che non fosse di suo gradimento: oltre lo squarcio di Turog ormai non si ricevono più aggiornamenti su cosa accada nei vecchi regni, nessuna notizia sui cambiamenti geografici, non si sa cosa è cambiato o meno dalla seconda metà della Seconda Era. Tutto è molto confuso quando si parla del Regno del Caos. Dopo la grande guerra che spaccò in due il Mondo Ancestrale molti domini si sono piegati e difatti non esiste un vero e proprio confine o una regione specifica che determina il territorio controllato dal Caos. Egli ha messo radici un po’ ovunque in quella che oggi viene chiamata anche “la parte buia del Mondo Ancestrale”.

Piccoli regni ancora indipendenti sanno di poter fare affidamento solo sulle proprie forze per difendersi da questo grande nemico e per questo motivo la politica generale del Mondo Ancestrale è diventato una priorità assoluta per i regnanti che cercano di concludere patti e alleanze senza negare la seria preoccupazione per la continua ricerca di guerra e conquista del Signore del Caos. I regni sottomessi al caos, dalle poche informazioni che si hanno, vivono nel terrore; tutti gli abitanti vengono corrotti e marchiati al caos, non esiste diversità fra donne e uomini, tutti vengono piegati per diventare delle pedine del caos. I bambini sono rinchiusi nelle prigioni delle fortezze, ma non sono schiavi trattai male, anzi vengono ben nutriti ed addestrati al combattimento. E al momento giusto, quando i generali li ritengono uomini o donne forti e cresciuti, li marchiano e corrompono rendendoli macchine da guerra cercando di annichilire ogni tipo di sentimento. Quelli che si ribellano o cercano di scappare vanno incontro ad un destino ben peggiore… vengono trasformati dai Necromanti del caos in abbomini, unendo parti del loro corpo con quelle di mostri e demoni. Il Caos non segue leggi: è un ideologia distorta e a senso unico indirizzata verso la distruzione assoluta come mezzo per la conquista.


Sappiamo che ci sono quattro fortezze principali dalle quali partono i piani di conquista orientati verso ogni parte del Mondo. La prima fortezza si trova vicino ai confini del Regno degli Orchi ed è quella del Generale Keras Rash, uno dei tre generali scelti da Shadawar per espandere i propri domini. La seconda fortezza è più interna ed appartiene al Generale Arog Rash. La terza fortezza è situata all’estremo sud del Regno del Caos e confina con il Regno di Nuaron, Dio della Terra. Questa fortezza appartiene al generale Rilian Rash. Infine vi è l’ultima e quarta fortezza che appartiene al prescelto del Dio del Caos Mognard: Shadawar in persona. È la fortezza che si trova più a nord, ai confini con il Regno della Magia. La natura circostante alle fortezze, anch’essa corrotta, sta pian piano espandendosi sempre più. Gli stessi animali stanno mutando. Mognard sta portato la sua visione terrificante delle cose sul piano del Mondo Ancestrale.
Non abbiamo altre informazioni sull’inferno che si sta scatenando nelle terre del Caos in questo periodo, ma è innegabile che questa la Terza era è l’era di Mognard e del caos, che fa vivere nel terrore il Mondo Ancestrale e non fa chiudere gli occhi dei suoi abitanti la notte.

L’Antica Città Morta di Morrash

Posta sulle sponde orientali del grande lago di Iemur, malgrado il suo aspetto decadente e la desolazione che la circonda Morrash appare come una costante minaccia per il Regno di Mavron situato dall’altre parte del lago stesso.
Al termine dell’anno 2018 della Terza Era è stata zona di scontri contro le forze là insediate sotto il comando di un generale del Caos con le sembianze del leggendario eroe di Enuitari Ertom.

L’obiettivo della squadra inviata a Morrash era quello di liberare Enomis della Chiesa di Mavron, il Gran Maestro Marion Hawke dei Cavalieri di Aneis ed il guerriero Xarak, caduto poi sotto gli incantesimi nemici durante gli scontri, prigionieri di un necromante del Caos che poco tempo prima aveva invaso un importante monastero di Mavron: la furiosa battaglia è terminata con la caduta del generale nemico e dei suoi servitori, ma il luogo è ancora ben lontano dall’essere liberato dall’infestazione del Caos.