Il regno di Shauran è una vasta regione a sud del continente che confina sul lato est con ben cinque altri regni molto importanti: l’Impero di Mavron, il regno dei Barbari, il Regno indipendente di Sulan, il regno di Meninka ed infine il deserto del Demedeth. Se il confine est necessita di maggiori attenzioni per essere difeso, l’ovest determina la posizione del regno di Shauran una zona strategica essendo una delle regioni che possiede una costa molto estesa. Questa regione non vanta foreste verdi, laghi o fiumi, ma due caratteristiche geografiche particolari: le alte cime delle montagne che il vento si è divertito a scolpire nel corso del tempo e le immense distese pianeggianti dove il vento sprigiona la sua libertà mischiando le correnti, sviluppando vortici d’ aria di varie grandezze. Gli abitanti di quelle distese amano chiamare questi fenomeni “le danzatrici del Vento”, creando nell’immaginario esseri che sprigionano le diverse correnti d’aria per abbracciare tutto il Mondo Ancestrale. Il Vento infatti è il padrone assoluto di queste terre e non a caso in questo regno dimorano le Grandi Aquile, famose nel Mondo Ancestrale per essere le cavalcature dei Cavalieri delle Aquile di Elinos. È proprio in questi luoghi ostili che essi finiscono il loro duro addestramento affrontando la prova finale. A Shauran non si trovano culture con usanze festose: si tratta di un regno di meditazione. Le sue popolazioni vivono di cose semplici, senza preoccuparsi delle cose effimere e dell’aspetto esteriore, ma ricercando la perfezione nelle proprie anime. Questo non li rende deboli ma anzi, li rende molto attenti a tutto quello che accade intorno a loro; hanno una percezione molto alta del pericolo e sono per cultura iniziati fin da bambini nell’arte della concentrazione e del combattimento.
 

Gaoith


La capitale del regno che porta il nome di Gaoith, è una città mistica, devota alla ricerca dell’essere che vive dentro ognuno, alla forza che si può sprigionare con lo spirito. In questa cultura infatti lo spirito è l’unica forza indomabile, come il vento. La sua architettura rispecchia tale pensiero: non vi è fortezza, castello o rocca fortificata come ci si aspetterebbe da una grande città del Mondo Ancestrale. Gaoith è fatta di enormi strutture che puntano il cielo e ogni edificio viene costruito in altezza. Queste torri sono unite tra loro grazie a lunghi e solidi ponti che fungono da strade. A Gaoith non ci sono scuole di guerrieri o di magia specifiche perché lo studio si sviluppa tutto basandosi su una sola disciplina chiamata KALUARIN, che nella lingua del posto significa letteralmente “fusione della forza e della magia, dello spirito e della materia”, questo perché ogni guerrieri di Shauran deve sapersi muovere e mutare come il vento a seconda di chi deve affrontare. Molti sono i guerrieri che arrivano speranzosi nella città di Gaoith per trovare un buon maestro che riesca a portare al massimo il loro livello di combattimento. Ma il più delle volte, non trovano nulla: nei Regni delle Divinità Elementali, tra cui Shauran ci sono segreti che appartengono solo ai popoli locali che difficilmente accettano di rivelare agli stranieri, senza renderli partecipi di tale sapere. Gaoith, non è una città ambita dai cercatori o commercianti: vive dell’essenziale e vi è lo stretto necessario per vivere. Per tale motivo non ci si aspetta una forza economica prorompente, dato che al popolo e alle autorità non interessa commerciare ma questo li rende forse più liberi di tanti altri regni. Gaoith, come le sue province fino ai piccoli villaggi, vivono del poco che la terra offre naturalmente e di piccoli allevamenti di bestiame. Anche politicamente non interagiscono con gli altri regni se non è strettamente necessario. Gaoith, come tutte le altre capitali, ha un suo Re, che viene chiamato “Maestro Kaluarin”. Il motivo di tale titolo è legato alla tradizione che vede il Re al momento della sua incoronazione abbandonare il suo nome per rivestire la nobile carica e prendere il nome della disciplina che studiano e venerano. Il Kaluarin è infatti una fede oltre che un sistema di combattimento. Nessuno conosce la vera forza che Maestro Kaluarin possiede veramente. Sotto di lui, vi è quello che può essere definito il consiglio di Gaoith, formato dai sacerdoti del Vento. Quest’ultimi sono i dieci maestri che insegnano la disciplina del Kaluarin ai guerrieri del regno. Mentre molte divinità sono solita legare un animale particolare ai propri prescelti per potenziarne le risorse e dare supporto, Shauran ha scelto di donare ai suoi guerrieri un potere in grado di espandersi in base alla forza del proprio spirito. Ogni guerriero Kaluarin arrivato alla fine del proprio addestramento sviluppa la capacità di plasmare il vento a proprio piacimento, di solito ridisegnando nel cielo creature alate come draghi o grossi rapaci. In pratica, essi sono esseri fatti e plasmati con il vento, tanto forti e ben fatti da poter essere anche cavalcati dai guerrieri Kaluarin stessi. La leggenda di questo regno narra della nascita di Mukran, ovvero un valoroso guerriero che faceva parte delle fila degli Immortali dei Wizen e che rischiò la vita durante la battaglia degli Dei per salvare un nido di piccole Aquile, la cui Madre rimase vittima come tanti altri poveri animali, di quella sanguinosa battaglia. Shauran, dopo essersi manifestato al mondo come i suoi fratelli Elementali, venne attratta da Mukran e decise di infondergli un potere divino, così da donare al proprio Regno un guardiano degno del suo nome. È per tale motivo che questa porzione di mondo non è mai stata invasa.